Il buon giornalismo arriva prima delle Procure

Il buon giornalismo arriva prima delle Procure

2019-03-22T09:55:23+00:00 22nd marzo, 2019|inchieste|
Ancora una volta mi trovo a scrivere, per la terza volta in poco tempo una cosa a cui tengo molto: e cioè che il buon giornalismo arriva prima. Prima delle Procure, prima purtroppo anche della politica. Prima. Perché racconta quello che vede, mette insieme i pezzi e unisce i puntini.
 
Noi di TP24 – Il territorio in direttaabbiamo raccontato, a nostro rischio, ma con grande serenità il sistema affaristico di Castelvetrano già due anni fa. E abbiamo continuato a farlo col tempo.
E infatti, tra le carte che hanno portato agli arresti eccellenti di ieri, emerge la preoccupazione degli indagati per le nostre inchieste.
 
Questa è una medaglia al merito, vale più di tanti premi.
 
E fino a qualche giorno fa alcuni degli arrestati di ieri hanno tentato di zittirci, con azioni legali clamorose, che presto denunceremo all’Ordine dei Giornalisti, perché siamo stanchi di subire e difenderci nei tribunali. E’ arrivato il momento che l’Ordine si assuma la sua responsabilità.
 
Noi andiamo avanti, con responsabilità, per l’amore che abbiamo per il nostro lavoro e la nostra terra, per il rispetto profondo che nutriamo verso la grandissima comunità che ci segue e che ha in noi un piccolo, ma roccioso, baluardo contro l’illegalità, la mafia e il malaffare.

About the Author:

Giacomo Di Girolamo
Mi occupo di economia, mafia, ambiente, corruzione. Trasmetto da una radio della provincia di Trapani, Rmc 101, e scrivo inchieste per un portale, Tp24.it. Ogni tanto anche su La Repubblica, Il Fatto Quotidiano, Il Sole 24 Ore. Ho pubblicato “Matteo Messina Denaro – L’invisibile” (Editori Riuniti) e “Cosa Grigia” (Il Saggiatore). Nel 2014 ho vinto il Premiolino, il più importante riconoscimento giornalistico in Italia. A Settembre del 2014 è uscito, sempre il Saggiatore, “Dormono sulla collina”. Da Febbraio scorso ho deciso di rovinarmi definitivamente la vita con un libro chiamato "Contro l'antimafia". La mia mail è: giacomo@ilvolatore.it